Branca R/s Clan della stretta

Clan della Stretta
Il Cammino Di Santiago

Carta di Clan

Noi revers e scolte del clan della stretta, riteniamo necessario redigere una nuova carta di clan, come fondamento di un percorso di crescita per questa nostra giovane comunità. E’ importante per noi, porci degli obbiettivi che nascono da confronto con i dieci punti della legge; ci impegneremo a far emergere il pensiero e le esperienze di ciascun membro.

Strada
La strada è il luogo dove si scopre se stessi, ma ancor di più l’altro, permettendo la condivisione delle emozioni, l’instaurarsi di legami forti che favoriscono l’aiuto reciproco e il supporto. La strada la intendiamo come una sfida sia spirituale, dal punto di vista della crescita personale e religiosa,sia fisica in quanto permette ad ognuno di noi di mettersi in gioco individuando i suoi limiti e affrontarli.Uno degli obbiettivi che ci poniamo è quello di non lasciare nessuno indietro, cercando insieme delle soluzioni agli eventuali ostacoli.

Comunità
Ostacolati dalle poche esperienze vissute insieme, non sentiamo completamente nostro l’essere comunità. Sicuri che il tempo ci renderà più uniti ed affiatati, ci impegniamo a far sentire l’altro sempre a suo agio e a essere disponibili nel darci una mano a vicenda. Per noi la comunità è il luogo di condivisione di gioie e difficoltà, il nostro obbiettivo è di accompagnarci l’un l’altro in una crescita personale, attraverso critiche costruttive.

Servizio
Il servizio permette di porre noi stessi a disposizione dell’altro. Ci siamo resi conto che procurare il bene al prossimo ci rende persone migliori. Ci impegniamo a svolgere il servizio in modo gioioso affinché possa diventare un momento di crescita per il singolo e per la comunità. Importante sarà essere coerenti con i nostri impegni e non tirarci indietro anche in situazioni scomode.

Fede
Fedeli alla nostra promessa, riteniamo la fede un valore fondamentale e guida nel nostro cammino scout. Certi di essere ancora in cammino verso una totale visione limpida di alcuni aspetti religiosi, ci impegniamo a chiarire i nostri dubbi con testimonianze e incontri religiosi.

Scelta politica
Essere revers e scolte, per noi, vuol dire essere cittadini attivi, non solo sul nostro territorio. Riteniamo importante essere costantemente informati e consapevoli dei fatti che avvengono vicino e/o lontano da noi. Per questo motivo l’anno scorso abbiamo deciso di affrontare il capitolo su una tematica attuale: il terrorismo. Siamo partiti con l’informarci mediante testimonianze non solo di giornalisti, ma di uomini e donne musulmani, emigrati qui nella nostra città. Importante era capire la distinzione fra ISIS e Islam: dunque ci siamo diretti presso una moschea per entrare in contatto con l’islamismo, una religione completamente diversa dalla nostra. Come piccola comunità ci siamo resi conto di non poter far molto e di non poter comprendere tutte le dinamiche per giungere ad una decisione unanime. Come conclusione di questo capitolo ci siamo presi l’impegno di continuare ad informarci e abbiamo imparato a non dover solo consultare quotidiani o seguire telegiornali ma ad attingere a più fonti, non solo italiane. E’ giusto che si arrivi a conoscere le nuove idee. Sempre sulla scia del capitolo affrontato, abbiamo scelto di ampliarlo dedicandoci al tema dell’immigrazione. In ruote estiva (2016) abbiamo svolto servizio presso un centro di seconda accoglienza. Grazie a questa esperienza con ragazzi non solo della nostra età, siamo riusciti ad abbatter quei muri e pregiudizi già trabalzati in noi. Guida per noi è stata l’enciclica del papa, riguardo la protezione del territorio in cui viviamo. “Il mondo è per noi un dono” come disse il nostro fondatore B.P. ed è giusto che lo si debba lasciare migliore di come lo abbiamo trovato. Abbiamo svolto un’opera di pulizia delle spiagge e nei quotidiani ci siamo impegnati ad essere attenti al differenziamento dei rifiuti. In conclusione ci impegniamo ad essere più attivi politicamente.